ipovedenti e non vedenti - disabilità visive

Ausili Informatici: accessibilità per persone con disabilità visive

Ipovedenti e non vedenti, OCR, Scuola e Inclusione, Videoingranditori Di Giu 05, 2024

Le tecnologie assistive (ICT) hanno trasformato radicalmente la vita di molte persone, inclusi coloro che vivono con disabilità visive. Questo articolo esplora come gli ausili informatici per disabili possano supportare e migliorare l’accessibilità per le persone non vedenti e ipovedenti, fornendo strumenti che facilitano la lettura e la navigazione digitale.

Nel presente approfondimento vedremo come l’introduzione di strategie visive alternative, o meglio l’impiego di ausili informatici, possa offrire autonomia a persone affette da disabilità visive. Analizzeremo infine alcuni esempi concreti di tecnologie assistive per ipovedenti e non vedenti.

Disabilità visive: strategie alternative di percezione

Le persone non vedenti o ipovedenti possono concepire il significato fonetico di un segno e comprenderne il senso, ma manca loro la capacità visiva. Quando si introducono strategie alternative di percezione che suppliscono questa funzione, è possibile una vita lavorativa e scolastica significativa.

Da molti anni, si è valutata l’importanza di intervenire precocemente per permettere maggiore accessibilità a coloro i quali vivono con disabilità visive. I vantaggi sono duplici: da un lato, l’allargamento delle informazioni sullo schermo, dall’altro, il trasferimento delle immagini visive su un diverso canale sensoriale, come l’udito o il tatto. Gli ipovedenti utilizzano entrambe le procedure, mentre i non vedenti si affidano prevalentemente alle seconde.

Per gli ipovedenti, l’immagine deve essere ingrandita fino a 16 volte per essere letta, allargando non solo i caratteri alfanumerici, ma anche l’immagine grafica completa. Per i non vedenti, dal canto loro, le strategie più efficaci sono la trasformazione delle informazioni in forma vocale (sintesi vocaleOCR) e in scrittura Braille. La sintesi vocale è un apparecchio che converte in suono il contenuto dello schermo del computer. Ogni informazione in carattere alfanumerico viene trasformata in messaggio parlato grazie a software chiamati browser vocali, che utilizzano la tecnologia Text-To-Speech (TTS).

Esempi di Ausili Informatici per ipovedenti e non vedenti

MagniLink Voice 2 Macchina da Lettura Portatile: un ausilio di lettura completo e versatile, ideale per chiunque abbia bisogno di assistenza nella lettura di documenti cartacei stampati. Con la sua facilità d’uso e le elevate prestazioni, rappresenta una soluzione affidabile e innovativa per persone ipovedenti e non vedenti.

MagniLink Vision TTS FHD – Videoingranditore da tavolo: una soluzione versatile e completa per migliorare le possibilità di lettura per utenti ipovedenti, agevolando l’accesso ai testi e agli oggetti. Disponibile nelle versioni con schermo da 24″ o 27″ e risoluzione full HD 1920 x 1080.

OrCam Learn Basic: un evidenziatore digitale progettato per ipovedenti e per coloro che affrontano sfide di lettura e apprendimento, come dislessia e ADHD. Offre la funzione di lettura ad alta voce (OCR e Text-To-Speech), permettendo di ascoltare qualsiasi testo con facilità. Il dispositivo legge ad alta voce una pagina intera, un paragrafo o anche una singola parola da qualsiasi superficie, sia digitale che stampata, offrendo un supporto di lettura personalizzato sia in classe che a casa. OrCam Learn Basic viene inoltre fornito con l’apposito stand, maneggevole e portatile, per poterlo utilizzare in perferra comodità ovunque si voglia.

Conclusioni, strumenti tecnologici per le persone non vedenti

Grazie a questi ausili, le persone con disabilità visiva possono fruire delle tecnologie assistive, ampliando le loro relazioni sociali e migliorando la loro autonomia. Le tecnologie informatiche rappresentano per le persone con cecità un aiuto essenziale, permettendo loro di apprendere competenze lavorative specifiche, ottenere un lavoro e sviluppare una professionalità. Attualmente, vi sono numerose testimonianze di non vedenti che hanno progredito nella carriera non solo in settori tradizionalmente associati a loro, come la musica e l’insegnamento, ma anche in attività di tipo manageriale.

Riproduzione riservata © Copyright MondoAusili.it - Albamatic Srl
Autore

Pedagogista e tiflologo. Esperto di Tecnologie assistive e tiflo-informatiche. Docente MIUR I.C. Giovanni Paolo Secondo - Salerno

Nessun commento

Lascia un commento