ausili glassouse

Soluzioni GlassOuse: Ausili Informatici a favore dell’autonomia e dell’innovazione

Disabilità motorie, Emulatori di Mouse, In Evidenza Di Mar 20, 2024

Per moltissime persone con disabilità motorie, l’accesso alle tecnologie ha rappresentato una porta aperta alla comunicazione, consentendo di tradurre sottili movimenti del capo o degli occhi in funzioni, precluse fino a pochi anni fa, destinate al controllo dei dispositivi informatici e alla comunicazione. Queste tecnologie giocano un ruolo fondamentale nel rendere accessibile il mondo digitale a un’ampia gamma di individui con gravi disabilità motorie.

Questo discorso si va ad applicare a qualsiasi contesto, sia esso scolastico, accademico o lavorativo. Già la Legge n. 104 del 1992 aveva approfondito gli argomenti dell’inserimento e dell’integrazione sociale, scolastica, lavorativa, dell’eliminazione delle barriere architettoniche, dei trasporti e altro ancora, riassumendo e riordinando questa complessa materia già regolata da alcune leggi statali e regionali, aggiungendo alcune novità, come la fornitura e la riparazione di apparecchiature, attrezzature, protesi e sussidi tecnici necessari per il trattamento delle disabilità motorie o visive (art.7).

Ausili GlassOuse, autonomia e innovazione

Tra le soluzioni più innovative e avanzate nel campo degli ausili informatici per il controllo del computer tramite movimenti del corpo, spiccano i dispositivi della linea GlassOuse. Questi ausili introducono una serie di opzioni che consentono di utilizzare il computer e altri device in modo intuitivo e personalizzato, adattandosi alle esigenze specifiche di ciascun utente.

GlassOuse Pro – Emulatore di Mouse con il Capo

Il GlassOuse Pro è un emulatore di mouse con il capo Bluetooth, che offre una vasta gamma di funzionalità avanzate per consentire un controllo preciso e intuitivo del PC o di altri device. Questo dispositivo è dotato di tre modalità di utilizzo, ciascuna progettata per adattarsi alle preferenze e alle esigenze degli utenti. Una delle caratteristiche distintive del GlassOuse Pro è la sua capacità di collegarsi fino a tre dispositivi diversi contemporaneamente, consentendo agli utenti di passare facilmente da un dispositivo all’altro, senza interruzioni.

GlassOuse Cheek Switch – Sensore a Guancia

Il Cheek Switch è un sensore a guancia che consente alle persone con mobilità limitata di controllare i dispositivi digitali senza sforzo, utilizzando solo il movimento dei muscoli della guancia. Questo dispositivo traduce infatti il movimento intenzionale della guancia in click e comandi, offrendo un’alternativa flessibile e intuitiva ai tradizionali dispositivi di input.

GlassOuse Blink Switch – Sensore a Palpebra

Il Blink Switch rappresenta una diversa soluzione innovativa per il controllo dei dispositivi informatici: il sensore traduce il movimento intenzionale delle palpebre in un comando preimpostato. GlassOuse Blink Switch sensore a palpebra consente agli utenti di eseguire azioni di click utilizzando semplici movimenti intenzionali delle palpebre, offrendo un’opzione di controllo del computer personalizzabile e adattabile alle esigenze individuali.

GlassOuse Cheek Switch e GlassOuse Blink Switch sono pensati per essere perfettamente adattati e utilizzati insieme a GlassOuse PRO con G-Framewear o a GlassOuse V1.4.

Come richiedere gli ausili informatici per disabili promossi da GlassOuse

I mouse con il capo e gli ausili informatici come quelli offerti dalla linea GlassOuse rappresentano una rivoluzione nel campo dell’accessibilità informatica, consentendo agli utenti di accedere al mondo digitale in modo intuitivo e personalizzato. La richiesta di ausilio può essere inoltrata sia dalla stessa persona disabile o da un suo familiare, ma anche dalla scuola o dal mondo del lavoro. Tale richiesta viene fatta attraverso un medico specialista dell’ASL, seguendo le norme stabilite dalla Legge 104/99 (integrazione e modifica della Legge-quadro 104/92). La richiesta va corredata da documenti come il certificato d’invalidità civile, la tessera sanitaria, la carta d’identità o un’autocertificazione di residenza. La procedura precisa può variare in base alla normativa specifica della regione di residenza.

Ausili Informatici: migliorare l’autonomia e l’inclusione

Gli Ausili Informatici per disabili e, più in generale, le nuove tecnologie si stanno sempre più rilevando strumenti indispensabili per garantire il diritto allo studio e al lavoro delle persone con disabilità. Ormai è una realtà il poter fare acquisti da casa o l’incontrare virtualmente altre persone in posti anche lontani del mondo. Grazie agli strumenti delle chat o delle videoconferenze la persona può, se lo desidera, anche ridisegnarsi una identità che metta in risalto le proprie abilità piuttosto che le disabilità. Questo permette a tutti gli individui di uscire di casa, anche se solo virtualmente, quando lo desideri e senza dover attendere necessariamente i tempi degli altri o dei loro caregiver.

Il mezzo informatico, se pensato e utilizzato correttamente, permette agli utenti di appropriarsi di aree di autonomia e di sentirsi finalmente liberi.

Riproduzione riservata © Copyright MondoAusili.it - Albamatic Srl.
Autore

Pedagogista e tiflologo. Esperto di Tecnologie assistive e tiflo-informatiche. Docente MIUR I.C. Giovanni Paolo Secondo - Salerno

Nessun commento

Lascia un commento